Prodotti e piatti tipici siciliani

Tutte le specialità culinarie di Capaci
Un itinerario del gusto tra i sapori della cucina palermitana.

I piatti tipici della gastronomia capacense che potrete provare durante il vostro viaggio.

Capaci | Tradizione culinaria
A Capaci esistono molte tradizioni di antica data ripetute solennemente ogni anno.
L'evento invernale più importante è il carnevale.
La tradizione più antica del paese di Capaci, strettamente legata al Carnevale, è la messa in scena della figura del "Nannu", tradizionale maschera carnevalesca locale.
La tradizione vuole che durante le feste del Carnevale si mangi maccheroni al sugo, salsiccia, chiacchiere di carnevale e cannoli siciliani.
Come ogni anno, il 19 Marzo, giorno della festa del papà e Festa di San Giuseppe, i devoti al Santo preparano il minestrone di San Giuseppe con una ricetta che risale al '300, età medievale, l'antica usanza dice che veniva distribuita alle persone povere del paese, ma adesso per tradizione quasi tutti gli abitanti si riuniscono nella piazza principale del paese dove ricevono una porzione di pasta e il pane di San Giuseppe, (pane benedetto e con l'aggiunta di semi di finocchio) preparato dai fornai solo il 19 marzo, in onore del santo e per completare il pasto non possono mancare le sfinci di San Giuseppe.
Inoltre la sera prima cioè quella del 18 marzo viene fatta la tradizionale Vampa ri San Giuseppe dove la gente ci si riunisce attorno per trascorrere una bella serata in compagnia.

E, neanche a dirlo, praticamente è già Pasqua. La Settimana Santa a Capaci è un momento di grande partecipazione, fortemente radicato nella tradizione popolare e cristiana ...
... Finalmente arriva la Pasqua, seguita dalla Pasquetta: due giorni di festa e abbondanza di cibo (ogni occasione è buona per mangiare). La cassata siciliana, insieme alle pecorelle in pasta di mandorle (picureddi), sono i dolci di Pasqua per eccellenza.

Ogni anno i primi di novembre per la commemorazione dei defunti "Festa dei Morti" si preparano dei deliziosi biscotti tipici: i crozzi 'i mottu (ossa di morto), i taralli, i nucatoli e i Tetù, inoltre è possibile gustare la ormai nota e variopinta frutta martorana e i Pupi ri zuccaru.
In questi giorni si svolge anche la Sagra della vastedda, (muffoletta) sorta di focaccia di pane, che viene condita con l'olio extra vergine d'oliva novello, caciocavallo sale e pepe. Simboleggia la fortuna, la prosperità e la pace.
Una festa popolare molto sentita e utile anche a far conoscere i prodotti locali.

Altro evento tradizionale è la Festa di San Martino che inizia 11 Novembre fino alla prima domenica successiva, in questi giorni si beve il vino novello e il moscato accompagnati con i biscotti di San Martino (u viscottu i San Martino abbagnatu nn’o vinu o nn’o muscatu).
La prima settimana di dicembre si apre il periodo natalizio e il 7 dicembre alla vigilia dell’Immacolata, si preparano le sfincette dell’Immacolata, tipiche frittelline rotolate nello zucchero e nella cannella o nel miele di fichi.
Continuando con lo spirito delle feste, la tradizione vuole che il 13 dicembre nel giorno di Santa Lucia non si mangia pane o pasta ma nelle tavole non possono mancare arancine, cuccia, panelle e crocchè, il tutto preparato dalle numerose friggitorie e bar di Capaci.

Avvicinandoci al Natale, non possono mancare i buccellati o cucciddati, la cassata siciliana e i cannoli siciliani, questi ultimi due si trovano tutto l'anno.

 

Pasticceria Siciliana

 

 

 

Clicca Mi Piace. Segui tutte le novità sulla pagina Facebook di Capaci.

 

Altre informazioni riguardanti il Comune di Capaci

| Capaci E-news | Meteo | Mappa di Capaci | Strage di Capaci | Contatti |

Condividi questa pagina

 

Ti diamo il benvenuto su acapaci.it © 2014 - Fatto con amore a Capaci - Powered by Riccardo Ciprì